PRP: Plasma Ricco di Piastrine

Piastrine, fattori di crescita e cellule staminali

PRP contro la calvizie

Il trattamento PRP induce la ricrescita dei capelli grazie all’ azione dei fattori di crescita che stimolano le cellule staminali. Rappresenta una valida soluzione per contrastare il processo di perdita dei capelli.

Come funziona

Le cellule staminali attivati dai fattori di crescita sono il meccanismo ottimale di riparazione e rigenerazione del corpo. Pilotando questo meccanismo si ottiene una stimolazione specifica dei follicoli capillari.

I risultati della terapia

Il trattamento PRP offre un nuovo metodo per attivare la ricrescita dei capelli. Funziona con la maggioranza delle calvizie in quanto induce la rigenerazione delle cellule capillari.

Tipi di PRP

Il verificato meccanismo di stimolazione piastrinica e con fattori di crescita può essere indotto con diverse procedure terapeutiche. Ogni trattamento è indicato per specifici tipi di calvizie / diradamento.

PRP capelli: La cura della calvizie viene dal sangue

+27.2

capelli / cm2

+ 31.3

spessore capelli

“La scienza e la medica hanno sviluppato questa nuova terapia autorigenerativa per riattivare la crescita capillare.”

prp capelli: rigenerazione piastrinica

Rigenerazione e stimolazione alla ricrescita con il PRP capelli

Come funziona il PRP Capelli?

Il Plasma Ricco di Piastrine (PRP) è diventato il metodo più innovativo ed promettente per il trattamento di vari tipi di alopecia e perdita dei capelli. La terapia è largamente indicata per il trattamento dell’alopecia androgenetica – il più comune tipo di perdita follicolare – che interessa sia uomini che donne.

PRP è un preparato derivato autologo che ha una elevata concentrazione di piastrine. La maggiore concentrazione delle stesse sul preparato può arrivare a 700%. Il PRP è impiegato in diversi ambiti della medicina per la sua verificata abilità di promuovere la guarigione dei tessuti lesionati.

L’attivazione delle piastrine rilasciano una serie proteine, inclusi i fattore di crescita piastrinica  (PDGF), fattore di crescita trasformante (TGF), fattore di crescita vascolare endoteliale (VEGF), fattore di crescita insulino-simile (IGF), fattore di crescita dell’epidermide (EGF) e interleuchine (IL). I fattori di crescita rilasciati dalle piastrine agiscono – secondo le ricerche medico-scientifiche – sull’area follicolare chiamata bulge, stimolando le cellule staminali in essa contenute. Ciò promuove la formazione di nuovi follicoli e la neovascolarizzazione.

Marco 23 anni

Mio padre è calvo e stavo perdendo drammaticamente i capelli. Si poteva già intravedere il cuoio capelluto! Il PRP è stata una ottoma soluzione perché mi ha permesso di evitare il trapianto rinvigorendo i capelli e stimolando una ricrescita visibile.

Marco 23 anniStudente universitario
Giorgio 48 anni

La calvizie è una condana? Così mi sentivo prima di approcciare a questa tecnica mini invasiva che mi ha ridato capelli e fiducia in me stesso. Ho letto le numerose ricerche scientifiche che convalidano la procedura e posso confermare l’efficacia.  Grazie!

Giorgio 48 anniImprenditore
Marianna 32 anni

Dopo il parto ho incominciato a perdere i capelli. Il diradamento per una donna è un disagio quasi insormontabile che ti fa sentire “nuda”. Il PRP è stata la mia soluzione magica e per evitare “ricadute” faccio una seduta annuale. Troppo forte!

Marianna 32 anniMamma